Buffon ed il suo addio al calcio: grazie Gigi! (con video)

Aleggiava nell’aria già da tempo: l’addio di Buffon. Nessuno, juventini o meno di fede, ha mai avuto il coraggio di pensare a questo momento. E’ triste pensare dopo i recenti addii di Maldini, Del Piero, Zanetti e per ultimo Totti, che la SerieA e anche la Nazionale, potesse perdere un’altra storica bandiera. Una carriera maestosa iniziata il 19 novembre 1995. Fu chiamato a difendere la porta del Parma contro il Milan, ad appena 17 anni, per infortunio del portiere titolare. Quella partita finì 0-0 ed il giovane Gigi fu votato migliore in campo. Carriera da predestinato. L’anno seguente conquisterà la maglia della Nazionale per la prima volta, ed importanti trofei come Coppa Uefa, Coppa Italia e Supercoppa Italiana, oltre che al soprannome di “Superman”.

La consacrazione di Buffon avverrà nel 2001, con il passaggio alla Juventus, il suo sogno. Di lì in poi, una carriera coronata da successi, gloria, soddisfazioni. 5 Coppe Italia, 6 Supercoppe, 9 Campionati (record), 1 Campionato di B, oltre che ai vari record, tra cui quello di imbattibilità. Si aggiungono anche i titoli con la maglia Azzurra come un Campionato Europeo under 21 e la storica Coppa del Mondo nel 2006.  L’unico rammarico è non aver potuto alzare la “Coppa dalle grandi orecchie”, sogno di ogni calciatore. Sogno solamente sfiorato, perdendo le 3 finali disputate, contro Milan, Barcellona ed infine Real. Parlano i numeri, dato che in questi momenti, le parole sono superflue. Grazie Gigi, a nome dell’Italia e del calcio italiano.

Marco Di Nicola

 

Precedente Basket-SerieA: Milano e Brescia le prime semifinaliste Successivo Donnarumma: incontro nei giorni scorsi Raiola-Klopp