Nei guai l’ex bianconero Iaquinta: chiesti 6 anni di reclusione

Vincenzo Iaquinta, ex attaccante dell’Udinese, della Juventus e della Nazionale, con cui per altro ha vinto anche il Mondiale del 2006, è attualmente indagato in un maxi processo per ‘ndrangheta. Coinvolto nella grossa operazione “Aemilia”, che vede coinvolti circa 150 imputati: è il più grosso processo che coinvolge il nord-Italia. I magistrati della direzione distrettuale di Bologna hanno chiesto nei confronti del 38enne giocatore 6 anni di reclusione. L’accusa è legata a reati che riguardano le armi con l’aggravante mafiosa.

Coinvolto anche il padre dell’ex giocatore, Giuseppe: per lui chiesi 19 anni di reclusione per affiliazione. Dopo l’esperienza juventina terminata nel 2012, si era trasferito al Cesena, dove ha collezionato 7 presenze segnando un’unica rete. Poi sembra essere passato al calcio dilettantistico nel 2014 ha conseguito il patentino da allenatore. Di certo non un finale degno per uno che ha partecipato ad una delle favole più belle del calcio italiano.

Copyright photo: mond

Marco Di Nicola

Precedente 23 Maggio 2007: Milan 7 volte campione d'Europa Successivo Inter: arriva Martinez. Si tratta per Barella e Nainggolan